LA FORMAZIONE DI QUEST’ANNO

  • Giochi di conoscenza e ambientazione

  • Corvèe (cucina, campo, lavaggio piatti…)

  • Presentazione vacanza Rousseau

  • Modello politico-pedagogico

  • Analisi bisogni e autonomie per fasce d’età

  • Vita interna associativa e il significato di essere associati

  • La comunicazione con i genitori

  • Laboratori e simulazioni d’èquipe

  • Commissioni

  • Escursioni e animazioni serali

Quest’anno lo stage di formazione si svolgerà, con pernottamento nella casa di Prim’Alpe di Canzo (CO), nelle giornate di sabato 23domenica 24 e lunedì 25 aprile.

Nel corso delle tre giornate saranno presentati gli strumenti teorici e pratici del nostro modello pedagogico, che è stato sperimentato dal vivo attraverso assemblee, giochi, corvée e pranzi comunitari.

Lo stage è aperto a chiunque avesse almeno 17 anni e fosse interessato ad approfondire il modello pedagogico Rousseau: la nostra proposta formativa è infatti rivolta ad educatori, genitori, aspiranti monitori e RAP (ragazze/i alla pari), persone di qualsiasi provenienza interessate ad un confronto o a collaborare con l’Associazione Officine Rousseau.
 .
Per partecipare è necessario essere associate/i (se non lo si è già fatto) e iscriversi alla formazione compilando i relativi moduli e inviandoli a info@officinerousseau.it
Inoltre sarà richiesto di versare una quota di partecipazione che includerà vitto, alloggio e materiale formativo usato durante lo stage.
COME ARRIVARCI?
COME ARRIVARCI?
In treno con le Ferrovie Nord, da Milano Cadorna con destinazione ASSO, scendendo alla penultima fermata (Canzo).
Oppure in auto fino al parcheggio di Gajum a Canzo; successivamente c’è un tragitto a piedi di circa 40 minuti su strada chiusa al traffico privato.
COSA PORTARE?
COSA PORTARE?
Sacco a pelo, eventuale telo per sedersi all’aperto, zaino (non valigia, essendoci il tragitto a piedi), vestiario comodo e adatto alla montagna, scarpe idonee per camminate sui sentieri, impermeabile, mascherine, torcia.
DETTAGLI UTILI?
DETTAGLI UTILI?
Ci troviamo indicativamente alle 9.30 alla stazione di Canzo (c’è un treno che parte da Cadorna alle 08.09 ed arriva alle 09.26) oppure alle 09.40 al parcheggio di Gajum.

LE CARATTERISTICHE DEL NOSTRO STAGE

Stage sta a significare un’esperienza pratica, diretta, in cui il/la futuro/a monitore/trice viene immerso/a in un contesto di gruppo, con altri adulti, per discutere, confrontarsi e soprattutto sperimentare (attraverso giochi, simulazioni, laboratori) gli strumenti che poi utilizzerà nel lavoro educativo con i ragazzi durante le vacanze itineranti.

Monitore (invece che educatore) è una parola che ha a che fare con l’educazione e viene dalla tradizione dell’educazione attiva (Dewey, Montessori, Cemea), indica un certo modo di essere educatore, in cui, principalmente, si sostiene la piena espressione di sè dei bambini/ragazzi e si costruisce con loro un percorso di conoscenza e consapevolezza collettivo.

Auto-formazione e non formazione, per sottolineare che non ci sarà una distinzione netta tra formatori e formandi, l’auto-formazione prevede la crescita individuale di tutte le persone presenti; la buona riuscita dello stage dipenderà dalle relazioni che si instaureranno e dall’apporto di tutti/e.

Lo stage sarà incentrato sul ruolo del monitore, offrendo ai partecipanti la possibilità di mettersi in gioco ed apprendere attraverso lavori di gruppo con tecniche attive, assemblee, pasti comuni, giochi ed animazioni.

SERVONO PIÙ INFORMAZIONI? CONTATTACI!